Devo acquistare un condizionatore. Cosa mi consigliate?

Devo acquistare un climatizzatore. Cosa mi consigliate? Questo tema è particolarmente diffuso a ridosso dell’estate, quando le temperature in Italia tendono a salire e si è alla ricerca di una soluzione vantaggiosa per raffrescare i locali. In fase di acquisto, il brand, il prezzo, la qualità, le alte prestazioni e il livello di durata nel tempo sono di sicuro parametri di cruciale importanza.

QUANDO SI EFFETTUA LA RICARICA DI UN CONDIZIONATORE

Al giorno d’oggi, il climatizzatore deve in grado di essere utilizzato non solo in estate, per refrigerare l’ambiente interno, ma anche durante l’anno per regolare la temperatura tramite pompa di calore integrata e il livello di umidità. Visto che l’impianto di climatizzazione incide sui costi in bolletta, è bene mettere in secondo piano il prezzo iniziale, visto che a lungo andare un modello low cost, ma dagli alti consumi energetici, può costarvi molto più di una soluzione cara, ma efficiente.

Brand: puntare su modelli affermati, prodotti da rinomate aziende leader di settore, come Daikin, Samsung, LGI, Fujitsu, Hitachi, ecc. è di per sé sinonimo di garanzia. Tralascia però le offerte dei supermercati, dove vengono messi in vendita modelli di fascia bassa, a prezzi low cost. Il problema è che sono modelli di alta classe energetica che, in bolletta, ti fanno pagare un occhio della testa.

Efficienza energetica: oggigiorno si consiglia di acquistare climatizzatori di classe A o A+. Motivo? Pur costando di più, risparmi in bolletta e riduci i consumi di CO2 nell’ambiente. Se il modello è prodotto in uno dei Paesi U.E. è possibile beneficiare di importanti detrazioni fiscali.

L’importanza della tecnologia Inverter: il vantaggio? Risparmi fino al 75% di energia in casa. Ottima la funzione di deumidificazione, di filtraggio e di pulizia dell’aria, utili per tenere alla larga cattivi odori, polvere, pollini e, naturalmente, umidità.

ARIA CONDIZIONATA FA MALE ALLA SALUTE?

Meglio un condizionatore fisso, da installare in casa, o portatile, trasportabile comodamente? Dipende. Per le abitazioni di grosse dimensioni e con molti locali, la soluzione portatile è assai pratica, per chi non vuole spendere molto. Inoltre, non c’è bisogno di spegnerlo. Se si ha possibilità di effettuare un certo esborso economico, due climatizzatori fissi in casa, magari in cucina e in camera da letto, sono assai utili per rendere la tua casa ancora più confortevole.

Infine, tieni conto che avere un condizionatore con bassi costi di manutenzione è assai utile in ottica economica. Su questo aspetto, si consiglia di leggere sui siti internet a tema e sulle community le recensioni degli utenti.

Annunci