Aria condizionata fa male alla salute?

Non ci sono mezze misure per l’aria condizionata: o la si ama o la si odia. In molti, non possono farne a meno, specie in estate, quando le temperature nel “Belpaese” salgono. Altri la considerano uno spauracchio e causa di mali alla gola, alle ossa. Ma l’aria condizionata fa male alla salute? Sgombriamo il campo da ogni equivoco. La risposta è una sola: “NO”.

ariacondizionata-rischisalute

E’ di cruciale importanza saper scegliere il giusto impianto di condizionamento e utilizzarlo nella maniera corretta. A fronte di continui sbalzi di temperatura, di gettiti d’aria improvvisi, di un abuso dell’aria condizionata, torcicollo, mal di gola, dolori a muscoli, ossa e articolazioni, mal di testa, sinusite sono all’ordine del giorno. Onde evitare problemi, il condizionatore va utilizzato in modo intelligente. Quindi, per prima cosa, mai tenerlo acceso h24. Accendilo solo nelle ore più calde, giusto per rinfrescare le quattro mura domestiche.

Evita di avere in casa temperature polari: la differenza ideale tra temperatura interna e temperatura esterna è di 6 gradi. Non uno in più.

Se hai una temperatura corporea elevata e una sudorazione abbondante, l’esporsi direttamente al getto d’aria condizionata, può aumentare i rischi di avere a che fare con problemi alle articolazioni e a mal di gola.

L’aria condizionata fa male alla salute? No. Ma è cruciale un’accurata manutenzione dell’impianto di condizionamento. Pulisci sempre i filtri con detergente, prima che diventino un ricettacolo di batteri per via dell’accumulo di polvere, dovuto all’inutilizzo della “macchina”.

LEGGI ANCHE CONDIZIONATORI E RISCHI PER LA SALUTE

Per quanto riguarda l’utilizzo dell’aria condizionata in macchina, si può ottenere un miglioramento del ricircolo, la riduzione dei micro organismi e della polvere. Di conseguenza, diminuiscono anche i rischi di crisi allergiche.

Va detto, però, che un’eccessiva deumidificazione dell’aria rischia di provocare disturbi agli occhi e arrossamento degli stessi. La cosa è ancor più evidente per chi passa ore dinanzi al pc.

Infine, i gas refrigeranti del condizionatore danneggiano l’ambiente. In Europa, sono sempre di più coloro che optano per il condizionatore a propano, la cui installazione può essere eseguita solo da esperti del settore, se volete più informazioni vi consigliamo http://www.condizionatoripessot.it

E’ importante utilizzare il condizionatore con moderazione e intelligenza, evitando di lasciarlo acceso ininterrottamente, ma riservandone l’utilizzo nelle ore più calde. Il consiglio è di accenderlo per qualche ora, per esempio nella tarda mattinata e nel tardo pomeriggio, in prossimità dei pasti, per rinfrescare gli ambienti senza esagerare.

Annunci