Distanza tra condizionatori in condominio?

I condizionatori d’aria e più in generale gli impianti di climatizzazione sono ormai un accessorio scontato ed essenziale nelle case di milioni di italiani.

Ormai, infatti, è talmente diffuso possedere un condizionatore che molti non se ne curano neanche della loro inesteticità sulle facciate dei palazzi. Ormai si può dire che fa parte dell’arredo urbano di un condominio.

I tubi in bella vista dei condizionatori, dunque, non sono più elemento di disturbo. Questo però vale per la maggior parte delle persone che ormai se ne è fatta una ragione ed è un’abitudine.

Per legge, tuttavia, ci sono una serie di fattori come ad esempio l’inquinamento acustico che possono suscitare una serie di problematiche con i vicini di casa.

Anche la distanza a cui devono stare i condizionatori è fonte di dibattito in tal senso.

A quale distanza devono stare i condizionatori in un palazzo per non dare fastidio secondo voi?

Ci sono dei limiti da rispettare e sono dei dati che hanno piena valenza legale, imposti addirittura dal codice civile. Anche la Corte di Appello di Palermo si è espressa in merito, fornendo un interessante parere favorevole alla presenza degli impianti di aria condizionata e riscaldamento montati sulla facciata di un edificio condominiale.

Infatti la procura in questione ha visto questo elemento talmente imprescindibile al benessere delle persone che sembra impensabile doverne ordinare la rimozione a causa di diverbi tra vicini di casa.

I giudici siciliani nel secondo grado di un processo che vedeva due vicini in rivalsa per questo motivo, ha risposto chiaramente che è necessario rispettare almeno i tre metri l’uno dall’altro, previsti dalla legge.

Non fanno testo in questo giudizio fattori come ad esempio l’altezza o la larghezza di un palazzo rispetto ad un altro.

La Corte d’Appello di Palermo ha sancito che la presenza dei condizionatori nelle case in condominio “… è ormai necessaria se non addirittura indispensabile“.

Inoltre le norme sulle “distanze minime tra le costruzioni” non sono applicabili agli apparecchi, visto il fatto che non sono costruzioni fisse.

Questo articolo è stato gentilmente offerto da Assistenza Condizionatori Roma, leader per assistenza di condizionatori a Roma e provincia.

Annunci